Comet 375 • Usato del Mese

Veloce ed Intramontabile.

Una elegante barca da crociera veloce.

La linea è classica, con la tuga a scomparsa e un bordo libero basso. Buone le prestazioni veliche, anche con vento leggero. Il progetto è opera di due famosi progettisti, Doug Peterson e Jean Marie Finot, una garanzia!
In coperta il pozzetto è particolarmente comodo e riparato. Sottocoperta versioni a due e tre cabine con un bel salone centrale. Costruzione ottima, finiture buone.
Parliamo di un'imbarcazione della storica Comar di Forlì.
Il Comet 375 si inserisce a pieno titolo tra i classici della vela italiana sia per numero di barche prodotte che per la sua commerciabilità elevata tra le barche d'occasione inferiori ai 12 metri.

comet 375 dedpliant
Questa presenza tra le barche più richieste la rende ancora più interessante se consideriamo che il Comet 375 è fuori produzione dal 1993, anno in cui la Camar Spa di Forlì ha dovuto interrompere la produzione.
Questo "undici metri" fu firmato da Doug Peterson e da Jean Marie Finot ed il risultato non poteva che essere elevato. Chiunque abbia provato il 375 sa bene quanto sia veloce, maneggevole e divertente. Eppure la costruzione era improntata ad una realizzazione abbastanza economica per proporre un prodotto non troppo caro da contrapporre al predominio d'oltralpe. Gli interni sono abbondantemente controstampati, le linee assai classiche e la barca non ha una personalità particolarmente spiccata; nonostante questo ha avuto un enorme successo. Probabilmente i motivi sono da ricercare nel prezzo com- petitivo, nelle linee aggressive e nelle prestazioni decisamente superiori agli equivalenti dell'epoca. ton il 375 il cantiere intendeva inserirsi in una fascia di imbarcazioni pensa- te non solo per la crociera ma anche per le competizioni.
Ne furono realizzati due diversi modelli: il "CL (classica)" versione armatoriale con una grande cabina a poppa e due bagni e lo "ST (Sport)" versione più sportiva caratterizzata sia dalle due cabine di poppa e un solo bagno collocato prima della terza cabina a prora ma sopratutto da una rifinitura degli interni più lussuosa. Il Cantiere Comar iniziò la produzione nel 1987 e continuò fino al 1993 realizzando più di 120 barche. La versione "5T" è sicuramente quella più diffusa a causa del fatto che tra gli acquirenti fiquraroo molti armatori puristi. Il 375 rappresenta la evoluzione l'affinamento dei concetti industriali della costruzione di serie già visti sul Comet 910 e 910 plus. Ciò non ha però determinato cadute qualitative tipiche di certi cantieri stranieri.
La prova in mare ne evidenzia le spiccate doti di maneggevolezza dovute anche all'elevato pescaggio della pala del timone. la posizione    del motore centrale e la scelta    del sail-drive    garantisco no una manovrabilità in porto notevole, oltretutto la distanza tra l'elica e la pala del timone mettono al riparo da influenze negative dell'elica sulla maneggevolezza in manovra. Due le motorizzazioni realizzate: Valva Penta da 28 e 45 cavalli.

comet 375 interni

COMMERCIABILITÀ
l Comet 375 sono assai ricercati sul mercato dell'usato .
Tra le    due versioni la    più richiesta è la "ST" a differenza di qualche anno fa quando invece il mercato preferiva la "CL". Si possono pagare cifre comprese tra i 40.000 euro e i 55.000 euro, richieste più alte non sono, a mio parere, giustificate.
L'ottimo progetto, la costruzione ben curata, le rifiniture interne ne garantiscono la commerciabilità anche tra parecchi anni. E' infatti una delle poche barche ad avere una commercìabilità a carattere europeo, ad essere cioè conosciuta e commerciabile non solo in Italia.
In ogni caso il Comet 375 rimarrà tra le barche "più amate dagli italiani"

comet 375 spi

PUNTI DEBOLI
I 375 solitamente nonevidenziano problematiche ricorrenti.
Alcune di queste imbarcazioni sono state usate per regatare e quindi vanno valutate con attenzione: bisogna verificare che l'esasperazione delle gare non abbia provocato danni da stress all'albero, alle sartie, alle lande così come andrà controllato l'attacco del bulbo e la pala del tirnone.
Come al solito l'intervento di un perito qualificato e/o di un professionista del settore che vi assiterà durante il processo di acquisto vi farà risparmiare tempo e denaro. Per quello che concerne l'osmosi. queste barche ne soffrono assai poco: ne ho viste veramente poche con inizio di osrnosi pur essendo barche che raggiungono anche i ventisette anni. In ogni caso è bene accorgersi del problema durante l'acquisto.
Una soluzione equa è quella di dividere i costi del trattamento a metà tra le parti: in tal modo l'acquirente viene parzialmente rimborsato di una parte del costo e allo stesso tempo partecipa giustamente alla spesa perché il trattamento andrà ad aumentare la commerciabilità della barca quando deciderà di rimetterla in vendita. Questo discorso vale solo per quelle situazioni in cui il    processo osrnotico abbia causato danni rilevanti, per i quali si renda necessario un trattamento antiosmosi curativo; piccole bollicine fanno parte del normale invecchiamento.
DATI
• Materiale di costruzione vetroresina rinforzata
• lungh. f.t. m 11.50
• lungh. al gall. m 9.90
• largh. m 3.70
• immersione m 1,70/2
• disl. kg 6.000
• zavorra kg 2100
• serbatoio gasolio lt 150
• acqua lt 350
• motori Volvo Penta turbodiesel 43 cv
• randa mq 30.53
• genoa mq 45.08
• spi mq 99,40
• Costruttore Comar di Forlì.

comet 375 profilo

 

alt

L'utilizzo dei cookie su questo sito serve a migliorare l'esperienza di navigazione. Leggi la policy su Cookies